LA SACRALITA’ DEGLI ASANA

Un asana è molto di più che ginnastica e movimento fisico, sudore e fatica.DSC_2407 copia

Entrare e uscire da un asana è lo spostamento di Brahman, del tutto, è un entrare in connessione con L’universo esterno ed interno.

Buttarsi in un asana senza un corretto insegnamento è come fare nulla nel pieno dello sbagliato.

L’Asana va ricercata accolta ascoltata respirata e non buttata lì in qualche modo.

Riempi i tuoi polmoni di Brahman  ed espirando abbandonati ad esso, ascolta i tuoi pensieri e lasciali fluire ,lascia che l’universo entri dentro di te, ascolta ogni tuo movimento nella presenza della consapevolezza, con qualunque tipo di Yoga tu faccia.

Quando respiri nell’asana ascolta la densità piacevole dell’universo, riempiti di esso, ricorda che quell’asana che tu stai facendo è stata ripetuta da milioni di persone , per mille e mille e mille anni e tutt’ora la facciamo e tutt’ora è ripetuta intanto che leggi altre milioni di volte, un asana è sacra come sacro è il tuo corpo e la tua mente, un asana è di tutti.

Vinyasa Yoga Dhara

Lo spazio tempo in un asana è dilatato come il tuo respiro, i muscoli si allungano e si contraggono , un asana va studiata a fondo, praticata con amore e consapevolezza, ogni asana è una preghiera alla vastità della vita, tu sei vita.

Un Asana non ha giudizio ne per te ne per altri, un asana può essere modificata per te, per il tuo momento di ora, e cambierà nel tempo accogli senza giudizio, pratica respira lasciati andare attivando e disattivando il tuo essere, un asana sarà la tua migliore amica, sarà la tua preghiera, sarà la connessioni con milioni di persone che la eseguono da millenni.

Non giudicarti non giudicare respira e pratica

Jigyasa Hamsa Jacob Massimiliano Cadenazzi

JIGYASA HAMSA JACOB MASSIMILIANO CADENAZZI Fondatore Shanta Pani School ITALIA Fedele al precetto delle sacre scritture dello Yoga e dei Vedanta, si attiene al metodo Yoga di Patanjali – “lascia fluire, lascia scorrere dentro di te la pratica, rispettando il tuo essere, nessuna forzatura deve esserci, neppure nella tua persona” – è formatore principale di Shanta Pani School. Ha fondato la prima rete di Centri Olistici in Italia che si avvale di operatori qualificati in più campi del Benessere Psicofisico (www.shantapanischool.com). Ha ideato e realizzato, coadiuvato da un gruppo d’insegnanti Yoga e operatori olistici, il primo FREE YOGA FESTIVAL in Italia, che si prefigge anche il compito di raccogliere fondi che vengono devoluti in beneficienza. Ha pubblicato “PENSIERI FOLLI DI UN MAESTRO YOGA” e “DIALOGHI TRA UN MAESTRO E UN VIAGGIATORE”. Ha messo in scena ”PENSO POSITIVO MA NON VUOL DIRE CHE NON CI VEDA” e ”DIO, L’UOMO E LE RELIGIONI”, entrambe piece teatrali interattive. COMPETENZE Ha a suo carico più di 35 anni di esperienza nello Yoga. Ha frequentato gli Ashram di Sivananda e Ananda e molteplici corsi con Manju Jois. Il suo percorso, inoltre, è arricchito da una ricerca continua frequentando scuole di Iyengar Yoga, Ashtanga Vinyasa Yoga, Kundalini Yoga, Raja Yoga. È insegnante certificato YOGA ALLIANCE E-RYT200, RYT500, RCYT, RPYT e YACEP. È insegnante Yoga donne in gravidanza e per bambini secondo il metodo Junghiano, riconosciuto dallo Y.A.N.I. E’ terapeuta in Ayurveda e specializzato nell’utilizzo delle piante officinali È specializzato in tecniche di rilassamento e pratiche decontratturanti, abilitanti per un trattamento terapeutico generale. È istruttore di Pilates Mat. È operatore di Kinesiologia Applicata ed esperto in Trigger Point e Kinesiotaping. Svolge seminari e anima scuole di formazione per vari centri in Italia, presso le sedi in Italia e la Scuola Ananda Ashram di Milano.

Connetti con me